Diritto di recesso

DOCUMENTO DI RECESSO *


Mr./Dna. ………………………………………… .. con ID ………………………………… .. e in esercizio del diritto concesso dalla Legge 3/2014 del 27 marzo con la quale il testo rivisto della Legge Generale per la Difesa dei Consumatori e degli Utenti viene modificato entro un termine di 14 giorni di calendario dalla data di ricezione:


MANIFESTO

    Che in data ………………… ho acquistato dal sito Tutabaconatural il prodotto con numero di riferimento ………………… ..
    Di essere stato informato del mio diritto di recedere dal contratto di acquisto entro un termine di 14 giorni di calendario dal ricevimento del prodotto, senza indicarne i motivi.
    Al presente documento di recesso si allega copia della fattura di acquisto del prodotto acquistato.
    Che esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto corrispondente in perfette condizioni con la sua confezione originale.

In un ………. di …………………………… .. di 20…. Firmato. ………………………………….

* Questo documento deve essere compilato, firmato e inviato in qualsiasi forma che provi la data di spedizione a tutabaconatural insieme al prodotto restituito e una copia della fattura.

Ai sensi dell'articolo 70 della Legge 1/2007: “L'esercizio del diritto di recesso non sarà sottoposto ad alcuna formalità, essendo sufficiente che sia accreditato in qualsiasi modo ammesso dalla legge. In ogni caso, si intenderà validamente esercitato con l'invio del documento di recesso o con la restituzione dei prodotti ricevuti."


3. Salvo il caso in cui l'imprenditore si sia offerto di ritirare personalmente la merce, nei contratti di vendita l'imprenditore può trattenere il rimborso fino a quando non abbia ricevuto la merce, o fino a quando il consumatore e l'utente non abbiano presentato la prova della restituzione della merce , a seconda di quale condizione è soddisfatta per prima.


Articolo 108 Obblighi e responsabilità del consumatore e dell'utente in caso di recesso


    Salvo che l'imprenditore stesso si offra di ritirare i beni, il consumatore e l'utente devono restituirli o consegnarli all'imprenditore, o a una persona autorizzata dall'imprenditore a riceverli, senza indebito ritardo e, in ogni caso, entro e non oltre il termine di 14 giorni di calendario dalla data in cui comunica al datore di lavoro la propria decisione di recedere dal contratto, ai sensi dell'articolo 106. Il termine si intende rispettato se il consumatore e l'utente restituiscono i beni prima della scadenza del termine di 14 giorni di calendario.

Il consumatore e l'utente sosterranno solo i costi diretti della restituzione dei beni, a meno che l'imprenditore non abbia accettato di assumerli o non lo abbia informato di essere responsabile di tali costi.

Nel caso di contratti conclusi al di fuori dello stabilimento in cui la merce sia già stata consegnata al domicilio del consumatore e utente al momento della conclusione del contratto, l'imprenditore provvederà a proprie spese al ritiro della merce quando, per la loro natura, non può essere restituito per posta.


    Il consumatore e utente sarà responsabile unicamente della diminuzione del valore dei beni risultante da una manipolazione degli stessi diversa da quella necessaria per stabilirne la natura, le caratteristiche o il funzionamento. In nessun caso sarà responsabile della diminuzione del valore della merce se il datore di lavoro non lo ha informato del suo diritto di recesso ai sensi dell'articolo 97.1.i).


    Quando un consumatore e utente esercita il diritto di recesso dopo averne fatto richiesta in conformità a quanto previsto dall'articolo 98.8 o dall'articolo 99.3, corrisponderà al datore di lavoro un importo proporzionale alla parte del servizio già fornita nel momento in cui ha informato il datore di lavoro dell'esercizio del diritto di recesso, in relazione all'oggetto complessivo del contratto. L'importo proporzionale da corrispondere al datore di lavoro sarà calcolato sulla base del prezzo totale pattuito nel contratto. Nel caso in cui il prezzo complessivo risulti eccessivo, l'importo proporzionale sarà calcolato sulla base del valore di mercato della parte di servizio già fornita.


    Il consumatore e l'utente non si assumeranno alcun costo per:
        a) La prestazione di servizi o la fornitura di acqua, gas o energia elettrica - quando non sono confezionati per la vendita in un volume limitato o in quantità determinate - o riscaldamento attraverso sistemi urbani, in tutto o in parte, durante il periodo di ritiro, quando:
        1.º Il datore di lavoro non ha fornito informazioni ai sensi dell'articolo 97.1.i) o k); oh bene
        2.º Il consumatore e l'utente non hanno espressamente richiesto che la fornitura del servizio sia iniziata durante il periodo di recesso ai sensi dell'articolo 98.8 e dell'articolo 99.3; oh bene
        b) La fornitura, in tutto o in parte, di contenuto digitale non fornito su supporto materiale, quando:
        1.º Il consumatore e l'utente non hanno espresso espressamente il loro consenso prima dell'esecuzione prima della fine del

periodo di 14 giorni di calendario previsto dall'articolo 102.
         2.º Il consumatore e l'utente non sono consapevoli di rinunciare al diritto di recesso prestando il proprio consenso; oh bene
         3.º Il datore di lavoro non ha dato conferma ai sensi dell'articolo 98.7 o dell'articolo 99.2.


     Ad eccezione di quanto previsto dall'articolo 107.2, e in questo articolo, il consumatore e l'utente non incorreranno in alcuna responsabilità a seguito dell'esercizio del diritto di recesso.